Carlo Ancelotti: "La verità sul Napoli non interessa"

4 Agosto 2020
- Di
Redazione MagicoNapoli
Tempo di lettura: < 1 minuto

Carlo Ancelotti ha lasciato un’intervista al Corriere dello Sport. L’allenatore ha parlato anche della sua avventura a Napoli e del suo relativo esonero. Ancelotti, che in questi mesi non ha risposto alle critiche, ha spiegato anche il perché: ““Sono un grande incassatore. Al Napoli auguro tutto il bene possibile. La verità ha molte facce e non interessa a nessuno. Non oggi”. 

Carlo Ancelotti, chi sono gli allenatori

Parla anche del ruolo dell’allenatore in generale: “Un allenatore si occupa tanto della gestione del gruppo quanto della parte tattica, della strategia, e ha i suoi principi di gioco. Sono semmai i calciatori a fornire risposte differenti. È una questione di qualità tecnica, di personalità di assunzione di responsabilità. Ci sono i soldati e ci sono i generali. Quelli che se raccomandi loro di andare a letto alle dieci, alle dieci meno un minuto sono già sotto le coperte. Gli altri tornano alle due di notte ma il giorno dopo sono freschi come rose. I soldati sono quelli con i quali vai alla guerra, dici di loro montare la baionetta sulla canna del fucile e di andare dall’altra parte. Di solito ti rispondono che il nemico ha le pallottole. Gli altri ti dicono ‘non ti preoccupare, andiamo, va bene così, ci penso io’ e non si curano delle armi del nemico. Sono i generali e ti fanno vincere”. Carlo Ancelotti parla anche dei sistemi di gioco: “Gli schemi sono codici, ma i codici li interpretano i giocatori con le loro qualità, più sono forti e più le semplificazioni, i numerini che vi piacciono tanto, perdono di significato”.

Magiconapoli.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.89/2022
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram