Il destino di Sarri: scaricato dove ha vinto

9 Agosto 2020
- Di
Redazione MagicoNapoli
Tempo di lettura: 2 minuti

IL DESTINO DI SARRI - Retroscena, motivazioni, tutto ciò che ha portato all'esonero di Maurizio Sarri. Il mondo Napoli precipita così inevitabilmente nell’universo mondo Juventus. Un intreccio nel quale è facile comprendere bene il perché avviene.

Napoli e Juventus, sfida infinita

Rivalità accesa, anche lontano dall’Italia. I napoletani tifavano Lione, gli juventini Barcellona. Maurizio Sarri, però, resta un filo conduttore. O almeno lo era fino a ieri. Come quando la tua ex scappa con un altro e cerchi di capire il perché lo ha fatto. Più o meno funziona così. L’amatissimo Maurizio Sarri tra le braccia del nemico, dopo un giro a Londra. Inaccettabile. 

Niente rimpianti e minestre riscaldate

Oggi, a Napoli non ci sarebbe nulla di più grave che rimpiangere Maurizio Serri e cercare di riportarlo al San Paolo. Quei tempi sono passati, della squadra e passata. C’è anche un motivo tecnico. Sarri in azzurro ha raccolto l'eredità di Rafa Benitez, di quella squadre che, per quanto non abbia ottenuto grandissimi risultati, ha comunque generato una crescita e una maturazione nella mentalità. Il destino di Sarri si è unito con quello del Napoli, ma adesso sarà diverso.

La Napoli di Gattuso

Oggi, è lo stesso Rino Gattuso che ha tra le mani un progetto che deve crescere e alla Napoli del pallone va bene così. Gattuso ha riportato a Napoli solo un aspetto che apparteneva a Maurizio Sarri: il 4-3-3. Un sistema di gioco che carlo Ancelotti aveva accantonato, come un ricordo da mettere in soffitta. Non voleva, probabilmente, che i napoletani associassero il calcio di sor Carletto a quello del Comandante. Ancelotti voleva la rivoluzione e l'aveva affidata al figlio per poi immagine di restare sul trono a godersi lo spettacolo. Ha abdicato. La squadra e De Laurentiis erano stanchi.

Rapporti che stancano

Era stanca anche la Juventus di fronte a Maurizio Sarri. Stanca fin da quando, anche se la frase è stata smentita, in amichevole contro il Tottenham Sarri disse nello spogliatoio: “Ma come ho fatto a perdere 2 scudetti contro di voi?”. Stanchi di far giocare Cristiano Ronaldo a due tocchi. Stanchi di avere un Douglas Costa sempre a lamentarsi perché Sarri fumava fuori allo spogliato della Continassa. 

Il destino di Sarri, vittorie senza credibilità e amore

Insomma, Sarri ha vinto perdendo credibilità. La cosa peggiore che potesse accadere. Ieri, nel giorno dell'esonero, gli arrivato anche qualche sms da Napoli. Da qualche suo vecchio calciatore che non l’ha dimenticato. Non ha risposto. Il silenzio di Maurizio la dice lunga sul suo stato d'animo. Gli resta una caratteristica che appartiene a pochi  È stato amato dove non ha vinto, a Empoli e a Napoli. Ma all’ombra del Vesuvio ha fatto di tutto per farsi dimenticare. Il destino di Sarri resta incredibile, dopo essere arrivato tardi in serie A.

Magiconapoli.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.89/2022
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram