Mertens: "Amo la città di Napoli, sono rimasto per vincere lo Scudetto". Poi su De Laurentiis dice che...

5 Luglio 2020
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

MERTENS NAPOLI INTERVISTA - Dries Mertens, ormai primatista solitario all time di gol messi a segno con la maglia del Napoli, ha rilasciato un'intervista al quotidiano Il Mattino. Ecco le sue parole.

Mertens, l'intervista a Il Mattino

"Sono rimasto perché sono convinto che la vittoria in Coppa Italia è la base di partenza di un progetto che potrà darci grosse soddisfazioni. Io credo davvero che le distanze dalla Juventus siano minime, molto meno di quello che dice l'attuale classifica. Una classifica che è il risultato degli errori di tante persone. Noi abbiamo superato un momento complicato, dove tutti abbiamo avuto delle colpe, ma ne siamo usciti più forti, più compatti. Consapevoli degli errori fatti".

Sulla decisione di restare a Napoli

"Ho preso la decisione durante la quarantena. Più pensavo a dove poter andare e più mi convincevo che in nessun altro posto sarei stato meglio di qui. E allora ho accettato di firmare".

Mertens e il rapporto con la città di Napoli

"Ma si dice che ci si innamora dei difetti e pure se ce ne sono io non toccherei nulla. Lascerei tutto com'è. Io sono innamorato di tutto quello che c'è qui, dall'atmosfera che si respira al centro storico e ai Quartieri spagnoli dove pure mi sarebbe piaciuto andare a vivere, ai tramonti di Posillipo. Io parlerei per ore di Napoli, non mi stanca mai farlo".

Sul rapporto con De Laurentiis

"Da sette anni ci conosciamo, con lui è come quando vai sulle montagne russe, è un continuo salire e scendere... Ma se non mi fossi legato anche a lui, chiaro che non sarei potuto rimanere".

Magiconapoli.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.89/2022
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram