Magiconapoli-diego-armando-maradona-murales
Murales di Maradona | Magiconapoli.it LaPresse

Diego Armando Maradona è morto. El Diez più forte di sempre se ne è andato. Il Pibe De Oro non ce l’ha fatta. Queste frasi risuonano da ieri, alle 17.40, nella mia testa. Non so da dove partire. Riesco a malapena a tenere il cellulare tra le mani nell’attesa di capirci qualcosa. Maradona è in gravissime condizioni, alcune testate lanciano la notizia. Altre lo danno già morto. Non posso crederci. Non voglio crederci. La speranza è ancora viva. “Maradona è un leone, ce la farà anche questa volta” i pensieri che rimbombavano nella mia testa. E invece poi la batosta. Maradona non ce l’ha fatta. Se ne è andato per sempre. Tra le lacrime e un peso sulla bocca dello stomaco, ha avuto inizio la serata che tutti i napoletani stenteranno a dimenticare. 25 novembre 2020, l’ultimo giorno di vita del D1OS del calcio. Dappertutto ricordi, cordogli, messaggi struggenti. La Juventus, l’acerrima nemica di Diego e del Napoli, pubblica il gol della famosa rete su punizione proprio contro i bianconeri. Un video senza audio. Già perché ogni parola si esaurisce nel frangente infinito dei minuti che sembrano non trascorrere mai. Ieri a Napoli la clessidra del tempo si è fermata. Siamo tornati indietro. Nel ricordo di chi è stato Diego per la città.

Ho visto Maradona

Mio padre ha visto Maradona. I più giovani, come me, purtroppo no. Lui me ne ha sempre parlato. Ieri stava uscendo. Giunta la notizia urlo, lo chiamo e gli dico: “Papà, è morto Maradona”. Lui mi guarda incredulo, sbigottito. Impallidisce. Si siede per un attimo, fissa il vuoto e con un commento spontaneo dice: “Wa, nun c pozz crer”. La sua reazione è stata la reazione di tutti. Chi riesce ancora oggi a credere che Maradona non ci sia più? Nessuno. Forse mai riusciremo a farlo. Forse è vero che nessuno muore mai sulla terra finché vive nel cuore di chi resta. Forse è vero che sono solo parole. Nulla sarà più come prima. Credetemi quando dico che un pezzo del calcio, forse di più, ieri è morto con Diego.