magiconapoli-napoli-salernitana-serie-a
LaPresse

NAPOLI SALERNITANA – Nelle squadre di Serie A sono ancora molte quelle che presentano focolai di Covid-19 e rischiano di non scendere in campo. Tra queste c’è la Salernitana che già nelle scorse giornate è stata bloccata ripetutamente. Sull’argomento è intervenuto l’avvocato del club Francesco Fimmanò, che ha parlato così a Radio Marte, nel corso della trasmissione Si gonfia la rete. 

Francesco Fimmanò sulla situazione della Salernitana 

“C’era già un focolaio settimana scorsa, l’avevamo segnalato all’ASL settimana scorsa. Oggi ci sarà la riunione tra i segretari sul nuovo protocollo e vedremo come andrà a finire. La gara con la Lazio una pantomima: avevamo chiesto il rinvio. Per Udinese-Salernitana era prevedibile che il Giudice Sportivo assegnasse il 3-0 a tavolino. C’era il precedente di Juve-Napoli, in applicazione dell’episodio pregresso c’è stata coerenza. Bisogna riconoscere ai giudici una loro posizione. L’importante è che poi verrà ribaltato l’errore. Era abbastanza prevedibile, come è abbastanza prevedibile che sarà ribaltato”. 

LEGGI ANCHE —> Zielinski: “A Napoli sto benissimo. Voglio vincere qualcosa di importante”

Napoli-Salernitana è alto il rischio di non scendere in campo

Sempre nel corso della trasmissione radiofonica Fimmanò si è espresso su Napoli-Salernitana: “Napoli-Salernitana si gioca? Ad oggi i positivi sono 8 e ne manca uno, quindi è a forte rischio”.

Da quando l’avvocato ha rilasciato queste dichiarazioni ad ora nel gruppo squadra della Salernitana è stato trovato un altro positivo, così il numero è salito a 9. Nel frattempo è stato effettuato un nuovo giro di tamponi per il resto del gruppo di cui si aspettano i risultati. Stando a quanto ha disposto la FIGC: 

“Con il raggiungimento di un numero di positivi superiore al 35% dei componenti del Gruppo Atleti venga bloccato l’intero gruppo squadra”.

In base a ciò e ai numeri di positivi presenti al momento nel club della Salernitana la partita con il Napoli non dovrebbe svolgersi nella giornata di domenica 23 gennaio, come da calendario.