Magiconapoli-napoli-insigne-supercoppa-rigore.
Insigne sbaglia il rigore | Magiconapoli.it LaPresse

OSPINA 6 – Non ha evidenti colpe sul gol subito. Sempre attento sulle palle alte e sulle uscite. Innesca una buona azione coi piedi per Insigne nel primo tempo.

DI LORENZO 6 – Difende bene, ma soffre la presenza di Bernardeschi nel secondo tempo.

MANOLAS 6 – Interpreta una buona gara in fase difensiva. In diverse occasioni dalla panchina Gattuso gli chiede di fare di più in fase di impostazione da dietro.

KOULIBALY 6.5 – Come per Manolas, in fase difensiva si comporta bene. Più volte si propone anche offensivamente, senza però particolari risultati.

MARIO RUI 6 – Primo tempo di buona qualità, ma nel secondo tempo quasi scompare del tutto in fase di proponimento.

DEMME 6.5 – È colui il quale tiene in mano le redini del centrocampo azzurro. L’occasione più ghiotta per gli azzurri nasce da un suo cross in area di rigore per Lozano.

BAKAYOKO 4 – Sbaglia tanto, troppo. Passaggi imprecisi e pericolosi che più volte mettono in difficoltà la retroguardia azzurra. In fase di impostazione è troppo lento e prevedibile. Il peggiore in campo stasera.

LOZANO 5.5 – La Juventus gli prende le misure con Danilo in marcatura fissa su di lui. Grande occasione di testa nel primo tempo con altrettanto grande parata di Szczesny. Per il resto è un calciatore lontano anni luce da quello a cui siamo abituati a vedere.

ZIELINSKI 5 – È mancata oggi la sua intraprendenza e qualità sia nell’impostazione che negli inserimenti.

INSIGNE 5 – Le sue lacrime sono la fotografia della partita. Sbaglia il rigore che avrebbe portato gli azzurri sul punteggio di 1-1. Ma aldilà di tutto la sua è stata una gara spenta.

PETAGNA 4.5 – Praticamente assente nel primo tempo, Gattuso lo sostituisce nel secondo tempo. Prova insufficiente la sua, ma non è nelle migliori condizioni fisiche.

MERTENS 6 – Entra al posto di Petagna. Non è nella sua forma migliore, ha poche occasioni a disposizione, ma riesce comunque a procurarsi il rigore, poi fallito da Insigne.

ELMAS 6 – Entra al posto di Bakayoko e fa nettamente meglio. Ravviva in fase di impostazione la manovra offensiva azzurra.

POLITANO SV

LLORENTE SV

GATTUSO 5 – Per sua scelta tecnica il Napoli non aggredisce la Juventus. Preferisce soffrire il palleggio e la pressione, seppure limitata, bianconera nella propria metà campo. Mantiene il baricentro dei suoi troppo basso. Per onestà intellettuale va detto che il suo Napoli tutto sommato ha meritato la sconfitta.