Il Napoli continua la sua rincorsa Champions e aggancia il terzo posto, Milan permettendo che sarà impegnato tra poco contro la Lazio. Gli azzurri di Rino Gattuso vincono anche a Torino contro i granata per 2-0, chiudendo così la partita nel primo quarto d’ora di gioco. 

E’ un Napoli che ormai ha trovato gli equilibri tecnico-tattici che servivano per poter dar vita a questa rimonta straordinaria. E che vede anche la riscoperta di elementi importanti come Meret tra i pali per l’infortunio di Ospina, Rrahmani in difesa e Bakayoko a centrocampo. Fiducia dall’inizio anche per Osimhen che cresce di partita in partita anche nell’interpretazione dello sviluppo del gioco, diventando sempre più funzionale all’intera squadra.

Al Napoli bastano meno di 15 minuti per concludere la gara. Gli azzurri si portano in vantaggio all’11’ con Bakayoko. Il centrocampista inventa un destro imprendibile per Sirigu. Passano due minuti e arriva il raddoppio, stavolta firmato da Osimhen, che approfitta dell’errore di Nkoulou. Il difensore regala palla all’attaccante avversario, spietato e lucido nel presentarsi davanti al portiere avversario. Il Napoli continua a macinare gioco e sfiora il tris con Zielinski, che colpisce il palo. Osimhen è una furia e chiama all’intervento per due volte Sirigu a inizio ripresa. L’unico squillo del Torino viene da Ansaldi che impegna Meret. Insigne colpisce un altro legno per il Napoli a metà ripresa. Nel finale Mandragora si fa espellere. Finisce 2-0.