De Laurentiis: “La Serie C non ha motivo di esistere”

31 Agosto 2020
- Di
Redazione MagicoNapoli
Tempo di lettura: < 1 minuto

Aurelio De Laurentiis, presidente della SSC Napoli, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione:

Le parole di Aurelio De Laurentiis

“Il brand del Napoli è già forte di per sé con oltre 83 milioni di tifosi in tutto il mondo che potrebbero raggiungere anche i 120 milioni con un’altra indagine in altre zone”.

Sul calcio italiano“Innanzitutto bisognerebbe sistemare la Serie C che non ha ragione di esistere. Bisognerebbe creare una Serie B e una Serie B2. La Serie A poi dovrebbe essere ridotta ad almeno 18 squadre. Poi va rivisto anche il format. Non possiamo dipendere dalla UEFA, dev’essere la UEFA che deve dipendere da noi. Bisognerebbe ricordare a Ceferin (presidente Uefa ndr) che siamo noi che paghiamo i calciatori e senza di noi la federazione non avrebbe modo d’esistere. Manca il rispetto. Ceferin non è all’altezza di ricoprire quel ruolo assegnatogli. Convocare le nazionali dal 29 agosto al 10 settembre è una stupidata colossale. I casi covid stanno aumentando e noi pensiamo a far giocare le nazionali? È una follia. Il presidente Gravina? Anche lui si trova in difficoltà perché rispetta i ruoli”.

Su Osimhen: “Ha giocato contro squadre d’Eccellenza. Sarebbe di certo stato più complicato giocare contro il Napoli-2. Mi è sembrato comunque una bella gazzella, adesso vediamo in che modulo verrà inserito da Gattuso. Adesso viene il bello. Cominceremo a mandare via le persone che non sono da Napoli e vedremo chi arriverà al loro posto”.

Su Allan: “Siamo ai saluti finali. Abbiamo concluso la trattativa con l’Everton”.

Su Milik: “Stiamo lavorando, vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni”.

Magiconapoli.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.89/2022
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram