magiconapoli-napoli-empoli-coppa-italia
Magiconapoli.it | LaPresse

Il Napoli passa ai quarti di finale di Coppa Italia dove affronterà la vincente tra Roma e Spezia. I primi minuti di gioco vedono le due squadre studiarsi sotto il profilo tattico senza particolari occasioni da ambedue le parti. Il Napoli fa possesso palla, ma la velocità di gioco é ancora troppo lenta per impensierire la squadra avversaria. 

Al 18’ arriva il vantaggio della squadra azzurra con una grande incursione in area di rigore di Lozano che mette un cross preciso a Giovanni Di Lorenzo che con un colpo di testa preciso e potente insacca la palla in rete.

Nonostante la rete subita, l’Empoli continua a fare una buona partita con un palleggio rapido. La squadra di Dionisi cerca sempre di verticalizzare. Al 28’ arriva la primissima occasione per la squadra ospite che scheggia la traversa con Matos. Gattuso annusa il pericolo e mette Koulibaly in marcatura fissa sull’attaccante empolese. 

La capolista della Serie B perviene al pareggio con un tiro a giro incredibile di Bajrami. Dormono Politano e Di Lorenzo che lasciano piena libertà al calciatore (il primo scivola, il secondo arriva in ritardo). Meret, coperto da Koulibaly, resta immobile.

Erroraccio di Zappella che sbaglia uno stop, Lozano in agguato gli porta via il pallone e tira un siluro dalla distanza imparabile per Furlan. 

Nel secondo tempo l’Empoli alza i ritmi, il Napoli continua ad attaccare, fa possesso palla lasciando spesso spazi lì dietro. Gli azzurri vanno alla ricerca del gol tramite fitte reti di passaggi. Poca pressione da parte degli azzurri che permettono il 2-2 empolese sempre con un tiro dalla distanza di Bajarami. La difesa rimane troppo bassa, il pressing è fin troppo molle e il calciatore é libero di calciare. 

Lozano eccezionale continua a creare importanti occasioni, Petagna poco lucido spreca una palla gol, Insigne poi solo in area tira alto sopra la traversa. 

Ritorna in vantaggio la formazione azzurra grazie a Petagna che si fa questa volta trovare pronto. 

Minuti finali di sofferenza per la squadra di Gattuso che riesce con affanno a portare la partita a casa e la qualificazione.