magiconapoli-rui-vitoria-spartak-mosca-napoli
LaPresse

INTERVISTE EUROPA LEAGUE NAPOLI SPARTAK MOSCA – Rui Vitoria non è rimasto indifferente alla risposta data da Luciano Spalletti. Secondo il tecnico dello Spartak Mosca, lui stesso sarebbe andato a stringere la mano all’allenatore del Napoli a inizio partita, senza però trovarlo. Dopo aver dato la sua versione dei fatti Rui Vitoria analizza anche la partita. Ecco le parole del tecnico dei russi. 

La mancata stretta di mano

“Se Spalletti dice che non gli ho stretto la mano prima della partita, non è vero. Rispetto sempre gli allenatori dei miei avversari. Prima della partita sono andato sulla panchina del Napoli, ho salutato tutti, ma Spalletti non c’era. E poi è iniziata la partita”.

La vittoria contro il Napoli

“Abbiamo ottenuto una vittoria importante su un rivale molto forte, una delle capoliste del calcio italiano. Vorrei sottolineare in particolare che la nostra squadra ha giocato un’ottima partita dal punto di vista tattico, ha chiuso con competenza le zone e portato avanti gli attacchi. Nella ripresa il Napoli ci ha dato tanti problemi, ma alla fine abbiamo tenuto duro e ce l’abbiamo fatta. Oggettivamente, non siamo usciti bene dopo l’intervallo, ma vediamo ancora il positivo. Ovviamente oggi il bicchiere è mezzo pieno e non viceversa. Con l’uscita di Lomovitsky come sostituto, siamo riusciti a riequilibrare il gioco e ad attaccare più spesso”.

Rispondi