#BlackoutTuesday, i giocatori del Napoli aderiscono alla campagna di protesta per la morte di George Floyd

2 Giugno 2020
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

#BLACKOUTTUESDAY NAPOLI – Sta suscitando scalpore, soprattutto negli USA ma ormai in tutto il mondo, la morte di George Floyd, l’ex atleta afroamericano soffocato dal ginocchio di un poliziotto bianco evidentemente andato oltre ciò che la legge gli avrebbe consentito di fare. Gravissimi disordini sono scoppiati sia a Minneapolis, città del tragico evento, che in tutta l’America. La quale, per bocca di sportivi popolarissimi come Michael Jordan, LeBron James, Stephen Curry e tanti altri, sta prendendo posizione contro gli abusi sulla popolazione di colore.

#BlackoutTuesday, i giocatori del Napoli aderiscono alla protesta

Oggi è la giornata del BlackoutTuesday, un’idea nata venerdì sui social con l’intento di fermarsi e riflettere per un intero martedì: un modo pacato per dire con forza NO al razzismo. L’hashtag #BlackoutTuesday è diventato virale e di tendenza nel mondo. Seguendo un trend sviluppato già nel mondo dello spettacolo, moltissimi calciatori hanno pubblicato una foto completamente nera in queste ore. Tra questi annoveriamo anche Kalidou Koulibaly, Dries Mertens, Fabian Ruiz e Arek Milik, i quali hanno postato sul proprio profilo Instagram - Koulibaly su Twitter- un'immagine tutta nera. Il simbolo mondiale della protesta odierna.

https://www.instagram.com/p/CA7w0oUl1GC/?utm_source=ig_embed
https://www.instagram.com/p/CA7vu1iKHCM/?utm_source=ig_embed
https://www.instagram.com/p/CA7whRICZOI/?utm_source=ig_embed
Magiconapoli.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.89/2022
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram