Diritti TV, il Napoli sul piede di guerra

20 Maggio 2020
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

NAPOLI DIRITTI TV - Da oggi i club di Serie A potranno in via facoltativa far partire le ingiunzioni di pagamento all'indirizzo delle Pay TV che non hanno saldato il conto della rata bimestrale prevista per inizio maggio. Se da una parte Sky ha chiesto forti sconti anche in caso di ripresa del campionato, mentre DAZN e Img una dilazione dei pagamenti previsti, Lugi De Siervo, Amministratore Delegato della Lega Serie A, punta al dialogo e alle consultazioni per arrivare a una soluzione diplomatica. Senza scronti. Questa posizione è condivisa anche da alcuni club di A come Sassuolo e Bologna, che si sono addirittura astenute all'ultima delibera della settimana scorsa. Poi c'è la linea morbida di Juventus, Inter e Milan. E quella dura, portata avanti dal Napoli. A riferire del quadro in gioco è il quotidiano Tuttosport oggi in edicola.

Diritti TV, il Napoli pronto a dare battaglia

La società partenopea, la cui posizione in merito alle corresponsioni economiche dei Diritti TV era stata già abbondantemente esplicata in sede di Assemblea di Lega, potrebbe decidere di agire subito in autonomia attraverso i propri legali. Il pensiero di De Laurentiis sarebbe, su questo tema come su altri, condiviso anche dal Patron della Lazio Claudio Lotito.

Magiconapoli.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.89/2022
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram