Per Milik il rinnovo non firmato è da esclusione

5 Agosto 2020
- Di
Redazione MagicoNapoli
Tempo di lettura: 2 minuti

MILIK IL RINNOVO NON FIRMATO: SARA' ESCLUSIONE AL CAMP NOU - Il Napoli è al muro contro muro con Arek Milik. Nonostante l’infortunio di Lorenzo Insigne, l’attaccante polacco non è tra le scelte di Rino Gattuso per la gara di sabato a Barcellona. Il tecnico è come se avesse un infortunato in più, oltre al capitano, perché seguendo le indicazioni societarie non può tenerlo in considerazione per il match del Camp Nou.

Milik il rinnovo non ci sarà e non gioca

L’attaccante polacco, pur essendo disponibile,  on rientra tra l’undici che intende schierare Rino Gattuso. Finirà in panchina, per evitare esclusione dalla rosa. Ma non sarà utilizzato. Come accaduto con la Lazio insomma, con Arek Milik seduto a guardare i compagni in campo. Le ultime prestazioni non hanno neanche messo più di tanto dubbi a Rino Gattuso. Per Milik il rinnovo è un affare complicato e l'attaccante nelle ultime uscite ha giocato in maniera distratta, superficiale, con la testa già altrove.

Juventus su tutti

Per l’attaccante polacco c’è la Juventus nel futuro. l grande rivale del Napoli vuole una prima punta con le sue caratteristiche. Fabio Paratici lo ha inseguito e sa che nel rapporto qualità-prezzo può essere uno degli affari di mercato. A momenti, nelle stagioni in cui è stato al Napoli, Milik ha fatto bene, ma è stato anche al centro di numerose critiche. Non è di certo un animale d’area di rigore come Gonzalo Higuain, in particolar modo quello visto a Napoli, che avvelenava ogni pallone mandandolo in rete. Insomma, è proprio il caso di dire che Milik il rinnovo poteva firmarlo.

Napoli tratta con il migliore offerente

Che ci sia la Juventus dietro Milik e forse anche dietro la crisi di Milik è ormai risaputo. Aurelio De Laurentiis, però, fa finta di nulla. E ha dato mandato al suo direttore sportivo Cristiano Giuntoli di trattare con il miglior offerente, colui che consentirà al Napoli di incassare la giusta cifra per la cessione del calciatore. Una partenza ormai inevitabile quella dell’attaccante. 

Il mercato delle contropartite

Che Milik sarebbe partito il Napoli lo aveva intuito da tempo. E per questo si è cautelato con una prima punta come Andrea Petagna in arrivo dalla Spal. Lo stesso attaccante ex Atalanta, però, è stato per qualche momento una pedina di scambio. Cristiano Giuntoli avrebbe tentato un’operazione con l’Udinese per avere Kevin Lasagna, altro attaccante che ha maggiore mobilità tecnica. Petagna, in prospettiva, però, ha ampi margini di miglioramento e ha già salutato la Spal.

C’è già Osimhen

Andrea Petagna rappresenta comunque l’alternativa. Il Napoli si è portato a casa Osimhen dal Lille. Un attaccante che può diventare uno dei più forti in Europa e che era inseguito anche da altri club. La stessa Juventus pare ci avesse fatto un pensierino. Si tratta però di una scommessa importante e se Aurelio De Laurentiis lo ha reso il suo acquisto più importante, la Juventus preferisce sempre l'usato sicuro perché non può aspettare ed è chiamata a vincere sempre e subito.

Una storia che si chiude male

Tra Milik e il Napoli ci si attendeva decisamente un altro finale. Soprattutto perché l’attaccante dopo due infortuni nei quali la società lo ha supportato ed aspettato  poteva ancora mostrare le sue doti. Un vero peccato che sia finita così, con la panchina punitiva per un calciatore che anche al Camp Nou poteva ritornare utile, ma nelle condizioni psicofisiche nelle quali ha dimostrato di essere nelle ultime uscite, Gattuso non può far altro che ritenerlo tra gli indisponibili. 

Tags:
Magiconapoli.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.89/2022
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram