Mario Rui: "Gattuso? Molto presente, bravo a fare gruppo. Ora i tifosi mi apprezzano"

30 Aprile 2020
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: 2 minuti

MARIO RUI NAPOLI - Il terzino portoghese Mario Rui è intervenuto in diretta a Radio Kiss Kiss Napoli, il network ufficiale della società. Ecco le sue parole.

Mario Rui e gli allenamenti sotto emergenza Coronavirus

"Mi manca il calcio, ma bisogna fare dei sacrifici per ricominciare il prima possibile. In questo periodo ci alleniamo ogni giorno con tutto ciò che abbiamo a disposizione. Usiamo il balcone, il garage e seguiamo il programma che ci manda lo staff. Cerchiamo di allenarci al massimo per essere pronti ad una eventuale ripartenza. Io cerco di fare molto lavoro aerobico e di forza".

Sull'esplosione di Di Lorenzo nel Napoli

"Me l'aspettavo. Io lo seguivo all'Empoli e stava facendo molto bene. Di solito i calciatori che fanno bene ad Empoli riescono a consolidarsi anche in piazze più importante. Con la sua qualità, in un organico più forte di quello dell'Empoli, poteva venir fuori un grande giocatore".

Mario Rui sulla figura di mister Gattuso

"Gattuso è stato molto bravo nel rapporto creato con la squadra, senza nulla togliere ad Ancelotti, con cui comunque il feeling era positivo. Con Gattuso mi sento spesso, vuole sapere da tutti noi se ci stiamo allenando, se stiamo mangiando bene. E' uno che chiama spesso, anche per sentire come stanno le famiglie".

Sul rapporto coi compagni nel Napoli

"Ci sentiamo spesso, a volte facciamo anche videochiamate. E' un bel momento della giornata quando sento i compagni e li vedo, almeno tramite il telefono. L'ultima videochiamata due giorni fa, io, Hysaj e Insigne".

Sui tifosi azzurri

"All'inizio della mia esperienza non sono partito bene, ma con la voglia di lavorare e migliorare ho dimostrato di poter stare qui e di poter essere un valore aggiunto. Sono contento che i tifosi mi hanno appoggiato, ne sono grato".

Sugli obiettivi del Napoli alla ripresa delle competizioni

"Siamo ancora in corsa su tre fronti. In campionato l'obiettivo è finire più in alto possibile. Un altro traguardo importante sarebbe la finale di Coppa Italia e, chissà, vincerla. Poi abbiamo la Champions League. Col Barcellona all'andata abbiamo fatto bene. Sappiamo che al ritorno sarà una partita molto difficile, dobbiamo affrontare una delle squadre più forti al mondo, ma sappiamo che nel calcio nulla è scontato e tutto è possibile. Qualche sorpresa potrebbe esserci".

Mario Rui e l'appello ai tifosi del Napoli

"Proprio ora che le cose stanno migliorando bisogna sacrificarsi un po' di più. Se possiamo ancora evitare di uscire, per qualche settimana, sarebbe di grande aiuto a chi sta combattendo e facendo dei miracoli per noi. Non roviniamo ciò che di buono abbiamo fatto fin qui".

Magiconapoli.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.89/2022
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram